LA GUIDA ALLA CONSEGNA E-MAIL

Email marketing fatto bene

La prima condizione di un ottimo marketing è assicurarsi che il tuo messaggio raggiunga effettivamente il tuo pubblico. Sappiamo che molte aziende fanno fatica a inviare le proprie e-mail nelle caselle di posta dei propri clienti. Se sei uno di loro, troverai questa guida per essere un vero toccasana. Abbiamo utilizzato le nostre conoscenze ed esperienze per creare un set completo di linee guida per aiutarti a ottenere una migliore consegna delle e-mail e mantenere una reputazione di invio più sana.

Linee guida di consegna della posta elettronica di base

Separa i tipi di email che invii

Se la tua azienda invia "e-mail transazionali" e "newsletter, ricevute, promemoria, ecc." utilizzare un IP e un nome di dominio dedicati per ciascun tipo. Per le normali e-mail transazionali aziendali, utilizzare il dominio "nome_azienda.com" e per tutte le altre e-mail utilizzare un dominio diverso ma simile a quello principale come "tua_azienda_namenews.com". Ogni dominio deve spedire per posta elettronica su IP dedicati separati. Quando si mescolano diversi tipi di invii, Google e altri ISP tenderanno a combinare / raggruppare le e-mail aziendali nelle schede "Promozionale" e "Altro".

Usa reCAPTCHA di Google nella schermata di registrazione.

ReCAPTCHA di Google viene utilizzato per impedire ai robot automatici di registrarsi o registrarsi sul tuo sito, iscriversi alle newsletter e così via. L'invio di e-mail a registrazioni di bot o a persone esistenti ma che sono state registrate da un bot può danneggiare le tue metriche di email. Ad esempio, se invii e-mail a 100 registrazioni di bot a un ISP e nessuna di esse viene aperta e / o cliccata, ciò indica all'ISP che nel complesso non troppe persone sono interessate alle tue e-mail, quindi le tue e-mail sono considerate spazzatura / spam.

Group 5

can sign up real people. Emailing people who didn't confirm to receive emails will hurt your inbox rate

Usa la doppia conferma di attivazione per tutte le tue e-mail.

Ciò richiede la conferma dell'utente che ha aderito attivamente alla tua lista e-mail. Quando un utente si registra sul tuo sito o si iscrive alla tua newsletter, devi inviargli un'email. L'utente deve fare clic su un collegamento nell'e-mail per confermare di essere il proprietario dell'indirizzo e-mail e di voler ricevere e-mail da voi. Ricorda, abbiamo parlato di come i robot possono iscrivere persone reali nel passaggio # 2? Le e-mail a persone che non hanno confermato di ricevere e-mail da voi riceveranno molto probabilmente la vostra e-mail contrassegnata come spam e ciò danneggerebbe la vostra posta in arrivo.

Utilizzare un'API in tempo reale che verifica le e-mail su registrazioni e registrazioni

Ricorda, abbiamo parlato di come i robot possono iscrivere persone reali nel passaggio # 2? Le e-mail a persone che non hanno confermato di ricevere e-mail da voi riceveranno molto probabilmente la vostra e-mail contrassegnata come spam e ciò danneggerebbe la vostra posta in arrivo.

Ecco un esempio di un luogo che fornisce indirizzi e-mail "usa e getta":

Group 5

Ulteriori informazioni sull'API in tempo reale ZeroBounce qui: Documentazione sull'API in tempo reale Documentazione API in tempo reale

Autenticazione

Usa l'autenticazione SPF

Conosciuto anche come "Sender Policy Framework", questo è un protocollo di autenticazione che indica se un IP è autorizzato o meno a inviare e-mail per un dominio.

Ecco alcuni posti con risorse utili su SPF:

Usa autenticazione DKIM

Conosciuto anche come "DomainKeys Identified Mail", questo è un protocollo che consente ad altri server di posta di verificare se l'e-mail che hai inviato è stata manomessa o meno. Fondamentalmente, verifica se l'e-mail ricevuta da un dominio specifico è stata effettivamente autorizzata dal proprietario di quel dominio.

Ecco alcuni posti con risorse utili su DKIM:
Ecco alcuni generatori DKIM che ti aiutano a creare il tuo DKIM Record
Ecco alcuni strumenti DKIM che firmeranno le tue e-mail. La maggior parte dei server di posta ha questa funzione integrata e devi solo abilitarla

Usa l'autenticazione DMARC

Scorciatoia per "Autenticazione, segnalazione e conformità dei messaggi basata sul dominio", questo è un metodo di autenticazione che previene gli attacchi di phishing e riduce lo spam. Applica una politica che dice all'ISP cosa fare quando riceve e-mail, apparentemente dalla tua azienda, che falliscono SPF o DKIM.

Qui ci sono alcuni posti con risorse utili su DMARC
Ecco i luoghi che puoi utilizzare per generare il tuo record Dmarc

Utilizzare un provider DNS affidabile

La consegna della posta dipende molto dalla capacità di recuperare i record dal DNS.

Gli ISP controllano anche la reputazione dei tuoi nameserver. Ecco alcuni provider DNS:
  • DYN Managed DNS - Fornisce molti strumenti e opzioni per proteggere correttamente il tuo DNS.
  • Cloudflare - Fornisce la gestione DNS e una suite di strumenti di ottimizzazione.
  • Il DNS da registrar di grandi dimensioni dovrebbe andare bene, anche se in alcuni registrar abbiamo riscontrato lentezza nell'applicazione delle modifiche DNS.
Group 5

La consegna della posta dipende molto dalla capacità di recuperare i record dal DNS.

Utilizzare un CDN affidabile per il contenuto statico

Conosciuto anche come "Content Delivery Network", memorizza nella cache versioni dei tuoi contenuti in tutto il mondo.

Esistono quattro motivi principali per utilizzare un CDN:
  • Per fornire tempi di caricamento più rapidi per le immagini incluse nelle e-mail inviate.
  • I provider ISP non li bloccheranno poiché sono noti e affidabili.
  • Beneficerai anche della protezione DDOS che mantiene il tuo sito web online anche se viene attaccato.
  • Usufruirai di default di un firewall avanzato che può aiutarti a mitigare alcuni dei classici attacchi che vogliono sfruttare il tuo sito web.
Provider CDN:

DNS Example
A Record (1.2.3.4) > "Points To " > PTR Record > "Points to" > Hostname (example.com)
(Forward)
Hostname (example.com) > "Points To" > PTR Record > "Points to" > A Record (1.2.3.4)
(Reverse)

Group 5

I provider ISP non bloccheranno il contenuto dei CDN poiché sono noti e affidabili.

Usa i record PTR (Ricerche DNS inverse) per i tuoi IP di invio

Questo è obbligatorio La maggior parte degli ISP richiede FCrDNS (DNS inverso confermato Foward). Sembra complicato, ma in realtà non lo è.

Riscaldare i tuoi IP

Il riscaldamento degli IP è importante

Non inviare troppe e-mail contemporaneamente. Se la tua piattaforma di invio lo supporta, utilizza i limiti all'ora o al giorno per ciascuno degli IP per dominio. Se invii troppe mail all'inizio, puoi ottenere rimbalzi e / o rinvii.

Ecco alcuni limiti, per provider, che dovresti seguire nei primi 30 giorni:
  • Yahoo: 200 email / giorno / IP (per almeno 5 giorni), quindi puoi raddoppiare ogni giorno.
  • Gmail: 200 email / giorno / IP (per almeno 5 giorni), quindi puoi raddoppiare ogni giorno.
  • Hotmail: 200 email / giorno / IP (per almeno 5 giorni), quindi puoi raddoppiare ogni giorno.
  • AOL: 200 email / giorno / IP (per almeno 5 giorni), quindi puoi raddoppiare ogni giorno.
  • Cloudmark (tutti i domini) : 50 email / giorno / IP
  • Time Warner: 100 email / ora / IP
  • Cox: 100 email per connessione per IP, fino a 5 IP

Dovresti sempre visitare il sito web del postmaster dei domini che stai tentando di inviare in blocco. Molte volte troverai i limiti di invio pubblicati nelle linee guida per i mittenti di massa.

Diversi esempi su come riscaldare i tuoi IP:
  • Inizia un nuovo riscaldamento per l'IP esistente.
  • Invia solo agli abbonati che hanno aperto almeno una delle tue e-mail negli ultimi 30 giorni.
  • Limita il volume iniziale a 3,000 iscritti.
  • Continua a inviare a quegli abbonati solo, per i primi 3 giorni, prima di aumentare il volume.
  • Aumenta il volume di 1,500 abbonati con aperture negli ultimi 30 giorni. Il tuo nuovo volume totale dovrebbe essere 4,500 abbonati.
  • Continuare a inviare al nuovo volume di 4,500 per altri due giorni.
  • Segui questa strategia per aumentare il volume ogni due o tre giorni del 50% del volume effettivo.
  • Dopo 10 giorni, puoi iniziare ad aumentare il volume raddoppiandolo.

Loop di feedback (FBL)

Registrati a tutti gli FBL

Conosciuto anche come loop di feedback sui reclami, è un servizio offerto da alcuni ISP che segnalano i reclami (quando un abbonato colpisce il pulsante spam o junk nella loro posta in arrivo) al mittente. Viene fornito per aiutare i mittenti a mantenere un elenco pulito e impedire all'abbonato di ricevere posta indesiderata.

Group 9

I cicli di feedback sono forniti da alcuni ISP per aiutare i mittenti a mantenere un elenco pulito e impedire all'abbonato di ricevere posta indesiderata

Di seguito è riportato un elenco di tutti i circuiti di feedback:

Gmail ha un ciclo di feedback che è disponibile solo per gli ESP che sono membri MAAWG e sono approvati da Google come buoni mittenti.

Group 5

Companies most often use the same blacklist providers… being listed on a single blacklist can affect your delivery to many different ISPs.

Monitor di consegna e monitor di integrità IP / dominio

Alcuni dei più grandi ISP forniscono strumenti per monitorare i tuoi IP, l'integrità del dominio e la consegna.

Sign uspan to the places listed below and start monitoring the health of your emailing.
Master post di Google
  • Tasso di spam
  • Reputazione IP
  • Reputazione del dominio
  • Identificatori FeedbackLoop
  • Tassi di autenticazione (DKIM / SPF / DMARC)
  • Tariffe di crittografia (ad es. Se si inviano e-mail tramite TLS)
  • Errori di consegna (ad esempio, se riprovi a digiunare)
Hotmail
  • Reputazione IP
  • Reclamo per IP
  • Trappole per IP e la data
  • Ehlo / Helo e posta da usati durante l'invio di e-mail.

Liste nere e-mail

Assicurati che il tuo dominio / IP non si trovi su alcuna lista nera prima di inviare

Molte aziende utilizzano gli stessi fornitori di liste nere, pertanto essere elencati in una singola lista nera può influire sulla consegna a molti ISP diversi.

Esistono diversi tipi di liste nere

  • Pubblico - Queste liste nere sono pubblicate in modo che qualsiasi ISP possa utilizzarle. Sono i più facili da monitorare utilizzando strumenti automatizzati.
  • Privato - Queste sono liste nere a pagamento - L'unico modo per monitorarle attivamente è utilizzare gli strumenti di test della posta in arrivo per controllare la consegna.
  • Interno - Questi sono gestiti direttamente dagli ISP. Possono anche essere monitorati con strumenti di test della posta in arrivo.

Alcuni ISP utilizzano più blacklist, quindi è molto importante monitorare tutti gli aspetti dell'invio utilizzando i diversi strumenti disponibili.

Ecco i nostri strumenti preferiti per verificare se il tuo dominio / IP è su una lista nera pubblica:
Per il monitoraggio automatico delle blacklist, utilizzare:
Come effettuare la delistanza in luoghi non ovvi
  • CenturyLink - [C10] Limitazione RBL: Inserito nella blacklist dal servizio di reputazione interno - Invia un'email a "postmaster [at] embarqmail.com" con l'oggetto "Ti preghiamo di indagare per le qualità spam" ed elenca i tuoi Ips
  • Hotmail - Fill out this form
  • United Online (Netzero/Juno/Bluelight) - Fill out this form

Servizi di whitelisting

Autorizza i tuoi IP dopo 90 giorni dall'invio

Il motivo per cui devi attendere 90 giorni è che alcuni servizi di whitelisting richiedono di visualizzare la cronologia di invio.

La whitelisting dei tuoi IP offre molti vantaggi diversi a diversi ISP:
  • Tassi di posta in arrivo aumentati
  • Aumento dei volumi di invio
  • Filtro antispam meno restrittivo
Servizi di whitelisting gratuiti
Servizi di whitelisting a pagamento

Qualità dell'elenco e-mail / Punteggio mittente

Cerca di evitare l'acquisto e il noleggio di un elenco e-mail, anche se proviene da un fornitore affidabile. Gli ESP hanno il modo di rilevare se un elenco viene acquistato o noleggiato e possono / lo rifiuteranno quando proverai a importarlo nelle loro piattaforme di posta. Nessuna società di convalida e-mail può aiutarti qui e il motivo non ha nulla a che fare con la validità dei destinatari e-mail.

Cerca di ottenere un tasso di apertura di almeno il 20% e un click-through di almeno il 1%.

Ti consigliamo inoltre di rimuovere tutte le email non aperte dopo 6 mesi. Queste e-mail sono probabilmente valide, ma non in uso.

Group 7

Molti domini utilizzano il punteggio mittente come fattore determinante per consentire le email dai tuoi IP. Se il tuo punteggio mittente è inferiore a 90, dovresti agire per migliorarlo.

Monitora il tuo punteggio mittente

Domains use Sender Score to determine wether or not to allow emails from certain IPs. If your Sender Score is < 90 you should take action to improve it. You can monitor you Sender Score: Here

Prima di inviare, pulisci l'elenco di rimbalzi, trappole e denuncianti

By reducing these three components from your email lists, you will increase your list quality, your Sender Score, your domain and IP reputation. All these factors increase your delivery and inbox rates. We provide this service at an excellent price. Get your email list cleanedwith us today.

Verifica che la tua e-mail sia impostata e configurata correttamente per l'invio.

There's really only one way to do this accurately. You have to use ZeroBounce - Mail Tester. With a ZeroBounce Deliverability Tools Subscription you'll get a very detailed technical report of your email server configuration highlighting any problems.

Crea indirizzi email di abuso @ e postmaster @ nel tuo dominio di invio

Gli ISP fanno affidamento su questi due indirizzi per circuiti di feedback e reclami. Non avere questi due account impostati è una bandiera rossa e sono richiesti anche dagli standard RFC.

Soddisfare

Use the recipient's name in the subject line and in the header of the html (e.g.: "Dear John"). Make sure you check for spam words and domains in the HTML. (for example, if you use a domain in any of the links in the html that is present in a DBL (Domain Blacklist), your email might bounce). Inbox Test every campaign you're going to send and make adjustments where needed.

Alcune migliori pratiche del settore

Rimuovi email inattive

Ti consigliamo di rimuovere le e-mail non aperte o le e-mail che non fanno clic dopo 180 giorni. Molti algoritmi ISP si basano sul coinvolgimento degli utenti. Più non si aprono e non fanno clic, peggiore diventa la statistica e peggiora la percentuale di posta in arrivo. Dopo sei mesi, puoi anche riprovare a inviare a questi indirizzi email per vedere se i destinatari si aprono o fanno clic.

Assicurati di non usare troppe connessioni per IP quando invii le tue e-mail.

Ogni ISP limita il numero di connessioni per IP. Consulta sempre le Linee guida Postmaster dei diversi ISP in merito alla limitazione delle tariffe.

Ecco alcuni valori sicuri da usare
  • AOL - 150 Connessioni / IP
  • ATT - 5 Connessioni / IP
  • Comcast - 35 Connessioni / IP
  • carta - 150 Connessioni / IP
  • Earthlink - 150 Connessioni / IP
  • Gmail - 150 Connessioni / IP
  • Hotmail - 150 Connessioni / IP
  • Italia online - 1 Connessioni / IP
  • Lycos - 150 Connessioni / IP
  • Mac.com - 150 Connessioni / IP
  • Mail.com - 150 Connessioni / IP
  • arancia - 3 Connessioni / IP
  • RoadRunner - 150 Connessioni / IP
  • Swisscom - 5 Connessioni / IP
  • TDC - 10 Connessioni / IP
  • Telefonica - 5 Connessioni / IP
  • Telenor - 5 Connessioni / IP
  • Unito - 5 Connessioni / IP
  • USA.net - 150 Connessioni / IP
  • Yahoo - 150 Connessioni / IP
  • Verizon - 150 Connessioni / IP

Per tutti i domini di piccole dimensioni, si consiglia di utilizzare non più di 2 connessioni / IP.

Assicurati di non usare troppe connessioni per IP quando invii le tue e-mail.

Ogni ISP limita il numero di connessioni per IP. Consulta sempre le Linee guida Postmaster dei diversi ISP in merito alla limitazione delle tariffe.

Assicurati di riprovare errori temporanei

Uno dei modi più comuni utilizzati dagli ISP per ridurre lo spam è chiamato "greylisting" o errori temporanei, noto anche come SMTP 451. Quando si verificano queste condizioni, l'ISP si aspetta che il server di posta tenti di ritentare la consegna di tale e-mail in un secondo momento. Quando si tenta di inviare nuovamente l'e-mail, è necessario utilizzare lo stesso IP della rotazione dell'IP per ottenere nuovamente la greylist dell'e-mail.

I tempi di tentativi devono essere configurati secondo il programma seguente
  • Primo tentativo - 15 minuti
  • Secondo tentativo - 45 minuti
  • Terzo tentativo - 2 Ora
  • Riprova - 6 ore
  • Quinto tentativo - 12 ore

Questo aiuterà anche se hai un problema di configurazione, quindi non avrai troppi tentativi. Se ne hai troppi, questo può influire negativamente sul punteggio del mittente.

Controlla la conformità del tuo marchio

Per le aziende più grandi, vale la pena esaminare strumenti come Lashback, specializzato nella protezione e conformità del marchio.

Utilizzare un'intestazione di risposta valida

Riceviamo tutti e-mail da noreply @, ma in realtà è meglio avere un Reply-To funzionale che viene monitorato e le richieste dei clienti ricevono risposta. Maggiore è il coinvolgimento tra te e i tuoi clienti, migliore è la tua consegna.

Invia 1 email per connessione

Devi solo inviare e-mail a 1 persona. Hai visto quelle email in cui hai un gran numero di destinatari "CC" o "TO". Questa è un'enorme bandiera spam. Quando si inviano e-mail di massa, assicurarsi che ogni e-mail sia indirizzata a una sola persona e non a più contatti contemporaneamente.

Abilita connessioni TLS in uscita

I server di posta dovrebbero essere opportunistici in natura e ciò significa che tutti preferiscono utilizzare il protocollo più sicuro quando accettano la posta: TLS 1.2, TLS 1.1, TLS 1.0, NO TLS in questo ordine. Alcuni server di posta rifiuteranno tutte le trasmissioni non TLS, quindi per ottenere la massima consegna, è necessario abilitare sempre TLS quando si inviano e-mail.

Assicurati che i tassi di abuso / reclamo rimangano bassi

Dopo aver effettuato la registrazione agli FBL (Feedback Loop), come discusso in precedenza in questo documento, è necessario rimuovere attivamente tali abbonati dalla propria mailing list quando si ricevono gli avvisi, al fine di mantenere basso il tasso di abuso / reclamo. Quando queste metriche diventano troppo alte, influenzeranno la tua deliverability.

Ecco alcune linee guida per mantenere le percentuali di abuso / reclamo al di sotto dell'ISP di destinazione

  • Hotmail <0.1%
  • Yahoo <0.2%
  • AOL <= 0.3%
  • Comcast <= 0.5%

Non utilizzare WHOIS privato per i tuoi domini

Tutti i domini registrati devono disporre di informazioni accurate da parte di ICANN. Nascondersi dietro WHOIS privati può danneggiare la reputazione del tuo dominio e, in alcuni casi, è persino illegale (CAN-SPAM Act).

Avere una politica sulla privacy funzionale e completa sul tuo sito web

Quando chiedono agli ISP di inserire nella lista bianca i tuoi IP / Dominio, cercano la tua informativa sulla privacy e la verificano.

Usa DNSSEC

DNSSEC è una tecnologia creata per proteggere il dirottamento delle ricerche DNS. Questo non è un requisito. Tuttavia, è una buona procedura di sicurezza.

Rimani coerente nel tuo comportamento di invio

Invia le tue newsletter, materiale promozionale e di marketing lo stesso giorno, ogni settimana / mese. Essere coerenti dimostra che hai un vero business e mantiene caldi i tuoi IP.

Non segmentare le e-mail per ISP di destinazione

Separare le e-mail in base alla destinazione, se non in circostanze particolari, ha un effetto dannoso. Alcuni domini utilizzeranno SenderScore per le ricerche di reputazione, ma a quegli IP non verrà mai aumentato il punteggio del mittente perché non riportano a Return-Path.

Non inviare email marketing di affiliazione

La maggior parte degli ISP inserisce nella blacklist gli oggetti e i contenuti per questo tipo di e-mail. Ricorda, tutti stanno inviando la stessa promozione di affiliazione. Gli ISP hanno un'intelligenza artificiale che apprende i collegamenti e il contenuto degli argomenti e i tuoi IP verranno inseriti nella lista nera o saranno limitati a poter solo inviare alla cartella spam. Normalmente, gli ISP accetteranno e non si lamenteranno se aggiungi un annuncio alla tua normale newsletter.

Leggi e conformità

Onora tutte le richieste di annullamento dell'iscrizione

Sia che si tratti di un link di annullamento automatico o richiesto manualmente, onoralo. Prima lo onori, meglio è. Non aspettare mai più di 10 giorni per farlo, questo è un requisito della legge CAN-SPAM.

Group 5

Quando sei conforme alla legge, tutto diventa molto più facile da inserire nella whitelist

Rispettare la legge: CASL per CA, CAN-SPAM per Stati Uniti, DPEC per UE e altre leggi antispam locali

Quando sei conforme alla legge, tutto diventa molto più facile da autorizzare e gestire la tua reputazione sarà privo di ostacoli.

Ecco i collegamenti ad alcune delle principali leggi sulla posta elettronica:

Record MX

Il tuo dominio deve avere record MX validi

Sebbene la RFC affermi che se manca il record MX, si dovrebbe usare il record A come server di posta. Abbiamo notato che molti ISP non seguono lo standard e controllano la validità del tuo record MX prima di consentire l'email dal tuo dominio. Se stai cercando un buon fornitore di servizi di posta (ISP) per il tuo dominio, ti consigliamo di utilizzare G-Suite di Google.

Conclusione

Test della posta in arrivo

Ne abbiamo parlato prima e non possiamo sottolineare abbastanza quanto sia importante. Diversi ISP utilizzano diversi filtri antispam e ciò che potrebbe essere in arrivo su Yahoo potrebbe finire nella cartella spam su Gmail. Senza il test della posta in arrivo puoi rovinare la tua reputazione e non ricevere le email nella posta in arrivo con determinati ISP.

The best tool for inboxing testing is ZeroBounce - Inbox Tester.

Contribuire

Queste informazioni sono state fornite da numerosi esperti con molti anni di esperienza nella consegna di e-mail. Se desideri contribuire, ti preghiamo di contattarci e facci sapere.

Offriamo anche assistenza professionale per l'implementazione di quanto sopra, vi preghiamo di contattarci per ulteriori dettagli.

The best verification and cleaning starts with ZeroBounce

Try It Free

Validate 100 emails now for free!